Discorso di laurea: perché scriverlo e come fare

Discorso di laurea: perché scriverlo e come fare

Discorso di laurea: perché scriverlo e come fare. Tempo di lettura 5 minuti.

La discussione di laurea

Se le mani cominciano a sudare al solo pensiero di quando dovrai affrontare il discorso di laurea, mantieni la calma. Fai un bel respiro e leggi questo articolo. Vedrai che affronterai quel giorno con più serenità! Partiamo!

Il discorso

Quanto deve essere lungo

Il tuo relatore ti ha indicato il tempo che avrai a disposizione per il discorso di laurea? Se sì, fai in modo di rispettarlo. Se la risposta invece è no, chiediglielo: questo passaggio ti eviterà di dover stravolgere il discorso.

Molto spesso la discussione dura 10-15 minuti, e in così poco tempo è davvero difficile racchiudere il lavoro di mesi. Per questo motivo è importante impostare il discorso di laurea facendo in modo che abbia un filo logico capace di raccontare la parti più importanti. Come farlo? Vediamo insieme.

Cosa dire durante il discorso di laurea

Quello che occorre dire nel poco tempo a diposizione deve essere pensato e preparato con cura. Pensa, se trovi proprio la parola che fa al caso tuo, risparmi tempo e comunichi un messaggio preciso.

Proprio come abbiamo visto nell’articolo Come chiedere la tesi al relatore.

La discussione di laurea dovrebbe seguire un filo logico. Ecco un modello che ti proponiamo di seguire:

  • Saluta la commissione e annuncia il titolo della tua tesi, ed eventuale sottotitolo.

Es. Buongiorno, il titolo della mia tesi è: “Cuba, ottobre 1962 – Quando il mondo rischiò l’Armageddon”.

  • Comincia il tuo discorso da una citazione o da una definizione:

Es. Secondo il noto filosofo Umberto Galimberti, la paura è “un’emozione primaria di difesa, provocata da una situazione di pericolo, che può essere reale, evocata dal ricorso o prodotta dalla fantasia”. Attraverso questa emozione il sistema nervoso autonomo prepara l’organismo ad una situazione d’emergenza, lasciandolo di fronte a due strade: la lotta o la fuga. Era l’autunno di 59 anni fa. Il terrore paralizzò il mondo e lo salvò.

  • Evidenzia le fonti da cui hai attinto le informazioni:

Es. Alla base di questo studio vi è lo spoglio dei principali quotidiani italiani del 1962: il Corriere della Sera, La Stampa, l’Unità e l’Osservatore Romano. Attraverso i loro punti di vista viene ripercorsa la crisi missilistica di Cuba, dalle sue origini alla sua conclusione, nei mesi di settembre, ottobre e novembre.

  • Punto 1
  • Punto 2
  • Punto 3

 

  • Concludi il tuo discorso di laurea riprendendo la citazione o definizione iniziale.

Es. In quei 13 giorni il mondo rischiò l’Armageddon ma si fermò, prima di compiere l’ultimo passo: con uno scatto repentino le due grandi potenze cambiarono direzione, e scelsero la via della pace.

Discorso di laurea: perché scriverlo e come fare

Scrivi il discorso di laurea e tienilo a portata di mano

Per prima cosa, scrivi il discorso che accompagnerà la tua presentazione su un foglio in formato A4 o dei piccoli cartoncini, come quelli che forse hai visto usare in qualche film americano.

Qui sopra, scrivi lo schema che vuoi seguire durante l’esposizione del tuo elaborato. Nel farlo, ricorda di utilizzare le parole chiave: quelle che racchiudono un concetto importante o che ti fanno accendere una lampadina.

Queste tre app gratuite e utili per studiare possono fare al caso tuo!

Se occorre, scrivi qualche breve frase ad effetto, di quelle che hai pensato a lungo e che proprio non vuoi dimenticare.

Mi raccomando, se invece scegli di avere sotto gli occhi il discorso stampato parola per parola, fai attenzione a non leggerlo: il risultato non sarebbe naturale e potrebbe annoiare la commissione di laurea! Lo stesso principio vale per la presentazione: preferisci immagini e colori alle parole.

Al tuo fianco tieni anche una copia dell’elaborato, dai un’occhiata al nostro servizio di stampa tesi online!

 

La presentazione

Dopo aver scritto il discorso potrai realizzare una presentazione capace di aiutarti a comunicare, e supportarti durante la discussione di laurea.

Per approfondire questo tema, leggi l’articolo Come fare una presentazione Power Point per l’Università

Ecco qualche consiglio generale:

  • Il giorno della laurea, non rischiare che il file della presentazione non si apra. Verifica quali formati sono supportati dai pc della tua università. Se hai qualche dubbio, contatta il tuo Ateneo.
  • Come abbiamo detto, la presentazione deve supportare il tuo discorso. Non scrivere troppo testo, lascia spazio a elenchi puntati (brevi), icone e immagini.
  • Se hai molti dati da presentare, evidenzia quelli più importanti dedicando a ciascuno una slide che contenga: un’immagine, il dato, e la fonte. In questo modo, l’associazione dato-immagine aiuterà te stesso e il tuo pubblico a non dimenticare questa preziosa informazione.

Forse ti può essere utile anche questo articolo: Tre app gratuite e utili per studiare e preparare la tesi