Studente su LinkedIn: perché esserci e cosa scrivere

Studente su LinkedIn: perché esserci e cosa scrivere

Studente su LinkedIn: perché esserci e cosa scrivere. Tempo di lettura 4 minuti.

LinkedIn è come un motore di ricerca

LinkedIn è il social media per eccellenza dedicato al mondo del lavoro, su cui moltissimi professionisti investono il loro tempo. Sapevi che dopo Google e YouTube, le persone cercano informazioni su LinkedIn?

Quindi, se sei uno studente su LinkedIn dovresti esserci, anche se non ti sei ancora laureato. Perché?

  • Puoi trovare una rete di professionisti a cui rivolgerti per chiedere informazioni sul lavoro che svolgono. Questo ti aiuterà a trovare il ruolo lavorativo giusto che fa per te.
  • Se frequenti l’Università in modo attivo, il tuo percorso sarà nettamente più ricco. Fai domande e dai il tuo contributo durante le lezioni. Allo stesso modo, uno studente su LinkedIn può crescere e rimanere aggiornato sulle novità del suo settore.
  • Successivamente, quando cercherai lavoro, avere un profilo LinkedIn già avviato e ottimizzato ti permetterà di catturare l’attenzione dei recruiter.

Ottimizzare il proprio profilo da studente su LinkedIn

Così come la copertina della tesi, anche l’aspetto generale del profilo LinkedIn è molto importante.

Non sai da dove cominciare a creare il frontespizio della tesi?

Per ottimizzare un profilo LinkedIn comincia dall’immagine del profilo e della copertina. Ti suggeriamo di scegliere una foto recente e professionale, che abbia una buona risoluzione.

Se non hai una foto adeguata, scattane una. Scegli un primo piano o un mezzo busto. Indossa gli stessi abiti che metteresti in ufficio. Cerca uno sfondo neutro e metti ben a fuoco la fotocamera. Ultima cosa, ricorda di sorridere!

L’immagine di copertina invece è lo spazio adatto per dire qualcosa di più su di sé. Scegli un contenuto che richiami il ruolo in che vorresti ricoprire o il settore in cui vorresti lavorare.

Racconta qualcosa di te anche nella descrizione del profilo e indica la tua località.

Inserisci il tuo percorso formativo, e le posizioni lavorative o di volontariato che hai svolto o stai svolgendo: fai vedere che sei una persona attiva all’interno del contesto in cui è!

Crea almeno 30 collegamenti per dare il via al tuo network. Vediamo insieme come fare.

Discorso di laurea: perché scriverlo e come fare

Crea il tuo network

Quando invii il messaggio a qualcuno, scrivi sempre:

  • Un saluto iniziale
  • Una frase che dica chi sei
  • Il perché vuoi entrare nella sua rete,
  • Ringraziamenti
  • Saluti finali

 

Ad esempio:

  • Buongiorno [Nome della persona],
  • Sono [Scrivi qui il tuo nome], studente al secondo anno di Economia all’Università Cattolica di Milano.
  • Le invio questa richiesta di collegamento perché la ritengo un esperto del settore. I suoi contenuti forniscono utili spunti pratici che arricchiscono quanto studio sui manuali.
  • La ringrazio anticipatamente
  • Cordiali saluti,
  • [Inserisci qui la tua firma]

Leggi anche la guida per impaginare e stampare la tesi online!

 

Usa i social per gettare le basi della tua reputazione

I recruiter sbirciano i candidati su internet e sui social, proprio come la commissione di laurea legge dediche e ringraziamenti nelle tesi.

Fai in modo che questo sia un tuo punto di forza, e non a sfavore: controlla le impostazioni della privacy dei contenuti che pubblichi e tieni i tuoi profili in ordine.

La cosa migliore che potresti fare? Creare un’identità digitale solida, che faccia vedere che sei una persona competente e affidabile.

Cosa pubblicare se sei uno studente su LinkedIn

Per costruire la tua reputazione, pubblica contenuti relativi a quanto hai ascoltato a lezione e appuntato nelle mappe concettuali o schemi. È un’occasione per mostrare la tua autenticità, e un modo alternativo per ripassare prima degli esami.

Ma soprattutto, questa è l’occasione perfetta per integrare la teoria con la pratica! Quindi, dedica del tempo alla ricerca su Internet sulle novità del tuo settore. Non limitarti a copiare frasi dei testi, ma esponi le tue riflessioni. Fai domande e chiedi consigli.

Mettiti in gioco, anche se sei solo uno studente su LinkedIn!